ArtHub - Articoli recenti

Mentre in Occidente i videogiochi arcade hanno vissuto i loro anni di gloria, in Giappone il fenomeno delle macchine a gettoni continua ad essere importante. Il merito va anche alla strategia su cui si è deciso di puntare, abbinando i coin-op ai giochi di carte collezionabili. Oltre ad avere una bella figurina, tale espediente permette di estendere la propria esperienza di gioco, nonché la possibilità di sfruttare potenziamenti ed accessori in-game non ottenibili altrimenti.

Tutta questa premessa era necessaria per introdurre il successo di Aikatsu, franchise nell'ultimo periodo cresciuto enormemente con anime, manga e persino romanzi. Ma il brand di Bandai Namco nasce appunto nella sua formula arcade e sta facendo impazzire non tanto il pubblico a cui è destinato, ossia le piccole videogiocatrici, ma soprattutto otaku grandicelli che sembrerebbero aver monopolizzato i bassi cabinati, di fatto non progettati per loro.

Nelle sale da giochi sono stati addirittura affissi degli annunci per invitare gli Aikatsu oji-san (“gli zietti di Aikatsu”) a lasciar giocare tutti. Tuttavia le lamentele non si limitano a questi comportamenti, i genitori non sono contenti di sapere che loro bambine fanno la fila dietro degli adulti, c'è poi chi ha fatto notare che i terribili oji-san acquistano massicciamente rispetto alle possibilità delle bimbe, aggiudicandosi tutte le carte rare in circolazione.

Ricordiamo che Aikatsu nell'anime presenta l'Accademia Starlight, un prestigioso istituto scolastico dove le studentesse si allenano per diventare delle idol. Nel videogioco arcade si può creare una di queste cantanti, sceglierle i vestiti e prepararla al meglio per partecipare ad audizioni e concerti. Di seguito trovate alcune macchine da gioco di Aikatsu e noterete che gli oji-san sono costretti a sedere su piccole sedie oppure a rimanere inginocchiati per tutto il tempo. Le foto sono state prima condivise su Twitter e poi raccolte dalla fonte giapponese Naver Matome.

Pubblicato in Videogiochi
© 2016 ArtHub. È severamente vietato copiare altrove, anche parzialmente, parti dei contenuti pubblicati in questo sito.

Please publish modules in offcanvas position.